Lecce, Perucchini: “Gruppo forte, ma possiamo fare meglio. Bravo Brignoli”

Filippo Perucchini, 26 anni, portiere del Lecce
Ottica Salomi

LECCE – (di Tonio De Giorgi) Alle porte, per il Lecce, la seconda trasferta consecutiva intervallata dal turno di riposo che i giallorossi hanno osservato domenica scorsa. “La pausa è servita per mettere benzina – ha affermato in sala stampa Filippo Perucchini, portiere del Lecce -, la settimana scorsa abbiamo lavorato molto e forte in vista dello sprint finale che ci attende prima della sosta di gennaio”. I risultati dell’ultimo turno di campionato e in particolare lo scontro diretto disputato venerdì scorso fra Trapani e Catania hanno hanno consentito al Lecce di rimanere da solo in testa alla classifica. “Trapani e Catania restano comunque due squadre importanti – osserva -, sono sicuro ci daranno battaglia fino all’ultimo. Dietro non stanno a guardare, ma questo non ci deve mettere ansia. Tra l’altro affronteremo le due squadre prossimamente, ma cambia poco il fatto che sfideremo il Catania dopo la sosta di gennaio: la pausa ci sarà per noi come per loro”. Alla squadra giallorossa il proprio turno di riposo sarà servito anche per lavorare su alcuni aspetti che vanno migliorati. “Possiamo ancora migliorare sotto tutti i punti di vista – continua -, siamo un gruppo veramente forte e lavoriamo sodo tutti i giorni per migliorare ancora di più”. Anche personalmente il portiere bergamasco si ritiene soddisfatto. “Cerco sempre di non accontentarmi – aggiunge -, analizzo sempre le cose che vanno bene e quelle che vanno meno bene. Lavorando si può sempre alzare di più l’asticella”. Il Lecce tornerà in pista da Pagani dove i giallorossi non hanno mai avuto vita facile. Tra l’altro gli azzurrostellati non hanno mai vinto in casa. “Ci aspettiamo una partita difficile – sostiene -, i nostri prossimi avversari arrivano da un’ottima vittoria esterna. Giocheremo per vincere, come sempre”. L’ultima considerazione il portiere giallorosso la riserva al collega del Benevento Brignoli autore del gol pareggio contro il Milan che ha permesso al Benevento di conquistare il primo storico punto in Serie A. Una licenza, quella di avventurarsi in area avversaria, che Perucchini qualche volta si è presa. “Il gol di Brignoli dimostra che nel calcio tutto può accadere – conclude -, quando io mi sono proiettato in area avversaria ho fatto sempre danno, quindi è meglio che stia al mio posto”.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*