Tre…mendo Lecce: 3-1 a Siracusa

L'esultanza dei calciatori del Lecce dopo il gol di Di Piazza (telefoto)
Ottica Salomi

SIRACUSA – (di Tonio De Giorgi) Il Lecce si impone sul campo del Siracusa (quarta sconfitta interna) e allunga, intanto, sul Trapani fermato sul pareggio contro il Matera. I punti di vantaggio sono otto in attesa della partita di domenica del Cataania. Un bel Lecce, spietato, che nel primo tempo mette l’ipoteca sul risultato. Non solo i tre gol, ma anche una prestazione convincente della squadra di Liverani che si dimostra superiore all’avversario. Nella ripresa la formazione giallorossa è meno pungente, c’è anche un po’ di stanchezza per le tre partite in una settimana. Inoltre, già dopo mezzora l’allenatore giallorosso è stato costretto a modificare le scelte di partenza a causa degli infortuni occorsi a Di Matteo, prima, e Costa Ferreira dopo. Le altre novità nella formazione di partenza erano rappresentate dagli innesti di Tsonev, Armellino e Torromino. Mancosu, invece, non risultava neppure in panchina a causa di problemi fisici dell’ultima ora.

La cronaca – Al 12′ del primo tempo Liverani deve spendere già la prima sostituzione: al posto dell’infortunato Di Matteo entra Ciancio. Al 15′ il Lecce passa in vantaggio: Costa Ferreira trova un corridoio sulla sinistra, il portoghese mette in mezzo per un primo tiro di Torromino, sulla ribattuta è pronto il destro di potenza di Armellino che gonfia la rete, 0-1. Al 18′ i padroni di casa provano una prima reazione con un colpo di testa di Scardina, di poco a lato. Al 19′ ancora il Siracusa pericoloso sugli sviluppi di un calcio di punizione, ma Giordano non inquadra lo specchio da pochi passi. Al 21′ percussione di Di Piazza, la cui conclusione è deviata in angolo. Al 24′ il Lecce raddoppia: Tsonev ruba palla a centrocampo e innesca Di Piazza che scatta sul filo del fuorigioco, in area il centravanti giallorosso evita anche il portiere e segna il secondo gol della formazione leccese, 0-2. Al 27′ la difesa giallorossa è messa duramente alla prova, ma prima Perucchini e dopo Cosenza allontanano il pericolo. Dopo la mezzora Liverani perde anche Costa Ferreira, così inserisce Pacilli. Al 38′ la squadra giallorossaa sfiora il terzo gol: uno-due tra Di Piazza e Torromino, il cui destro è deviato da Tomei in calcio d’angolo. Al 42′ Di Piazza tocca per Pacilli, ma la sua conclusione è centrale. Dopo l’intervallo il secondo tempo entra subito nel vivo: al 9′ sul sinistro di Mancino Perucchini si distende e devia in calcio d’angolo. Al 17′ il Lecce pericolos con Di Piazza che lavora un buon pallone per Armellino, il suo destro è deviato in angolo dal portiere del Siracusa. Al 18′ la squadra leccese realizza il terzo gol: Tsonev disorienta Mangiacasale, appena entrato, e di sinistro batte il portiere Tomei, gran bel gol per il centrocampista bulgaro, 0-3. Al 28′ il Siracusa accorcia le distanze: sugli sviluppi di un angolo, Catania di testa, appostato sul primo palo, batte Perucchini, 1-3. Sarà questo il risultato finale. Da annotare l’allontanamento del tecnico del Siracusa Bianco nel corso del secondo tempo.  Per il Lecce è la quarta vittoria esterna della stagione, è l’undicesimo risultato utile consecutivo, di cui 10 con Liverani in panchina.

Siracusa – Lecce 1-3

rete: 15′ pt Armellino(L); 24′ pt Di Piazza (L); 18’st Tsonev (L); 28’st Catania (S)

Siracusa

Tomei; Magnani (18′ Mangiacasale)18, Turati, De Vito; Daffara, Spinelli, Giordano (37’st Mazzocchi), Mancino, Liotti (10′ st Parisi); Scardina (9’st Bernardo), Catania

Allenatore P. Bianco

Lecce

Perucchini; Lepore, Cosenza, Riccardi , Di Matteo (12’pt Ciancio); Armellino, Arrigoni, Tsonev; C. Ferreira (31’st Pacilli); Torromino (32’st Drudi) , Di Piazza (32’st Caturano)

Allenatore F. Liverani

Arbitro: Mei di Pesaro

Note: ammoniti Riccardi, Pacilli. Recupero: pt 3′; st 3′

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*