Sversamento in mare a Cerano, interviene la Capitaneria

BRINDISI- In mare, a Cerano, finiscono le acque meteoriche provenienti dalla zona del nastro trasportatore della Centrale “Federico II”. È accaduto ieri. E a segnalarlo è la stessa Enel, che ha ricondotto lo sversamento “alle operazioni di una ditta appaltatrice impegnata nelle attività di lavaggio di una delle torri utilizzate per la logistica del carbone, che ha operato in violazione delle corrette procedure tecniche”. E’ intervenuta la Capitaneria di Porto. Enel ha sospeso ogni attività svolta dalla ditta e avviato una serie di interventi volti al completo ripristino del sito marino. “La Società – come annunciato in una nota – sta formalizzando le conseguenti comunicazioni alle Autorità competenti e collaborando con la Capitaneria di Porto di Brindisi per le ulteriori verifiche”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*