Criminalità in città. Domani il vertice convocato dal Prefetto Palomba

LECCE- La città e il suo hinterland nella morsa della criminalità? Cosa sta succendendo? Perchè tanti attentati e furti in un arco di tempo così ristretto? Il Prefetto Claudio Palomba ha convocato per giovedi tutti i vertici delle forze dell’ordine del territorio per fare il punto della situazione sulle indagini e capire in che modo poter intensificare controlli e pattugliamenti. La scorsa settimana è stato un susseguirsi di gravi episodi di cronaca che hanno riacceso l’allarme a Lecce. Ad essere colpiti commercianti e imprenditori. Giovedi 26 ottobre due colpi di pistola sono stati esplosi contro il pub Stella Artois di via Ludovico Ariosto. I proprietari se ne sono accorti nel pomeriggio, quando il locale stava per essere riaperto per la serata. I colpi avevano raggiunto la porta d’ingresso e la vetrata. L’attentato era avvenuto la notte precedente ma nessuno dei residenti in zona aveva sentito nulla. solo qualche ora prima un altro attentato, questa volta più in periferia. Una fiat Uno risultata poi rubata, è stata data alle fiamme davanti all’ingresso del supermercato Conad in piazzale Rudiae. Le fiamme hanno raggiunto l’ingresso dell’edificio ma sono state spente in tempo, prima che avvolgessero l’edificio. I vigili del fuoco, arrivati dopo pochi minuti hanno scongiurato il peggio.

C’è poi la bomba carta piazzata e fatta esplodere, a mezzanotte di giovedi, sull’auto, una Fiat Punto, del procuratore legale e agente assicurativo Renato Leggieri. Nessun ferito per fortuna, ma tanta paura per il proprietario e per i residenti di via Gramsci dove l’auto era parcheggiata. Senza dimenticare il maxi furto avvenuto tra martedi e mercoledi all’azienda Maroccia Costruzioni di Surbo. I ladri hanno portato via mezzi per un valore di 800 mila euro tra camion, escavatori e altri macchinari. Hanno agito indisturbati staccando l’allarme e l’impianto di videosorveglianza. Dopo il furto davanti alla Prefettura i dipendenti e lo stesso titolare, Giuseppe Maroccia, manifestarono grande preoccupazione chiedendo aiuto al prefetto. Gli attentati in città potrebbero avere un’unica regia? È possibile incrementare controlli notturni? Come pattugliare con uomini e mezzi oltre al centro anche la periferia leccese? Per le attività commerciali il movente potrebbe essere quello del racket? L’incontro di giovedi, che Palomba ha ritenuto necessario e urgente, vedrà attorno allo stesso tavolo i vertici di polizia, carabinieri, guardia di finanza.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*