Mignone: con il termine “monnezza” mi riferivo ai tanti problemi irrisolti della città

LECCE – L’assessore all’Ambiente Carlo Mignone replica ai consiglieri Perrone e Valente in merito alla polemica sollevata nelle ultime ore dopo il suo post su fb: “Se avessi avuto, o se mai avrò in futuro , il minimo sentore di irregolarità o illeciti nel campo delle deleghe che il sindaco mi ha affidato non mi affiderei ai social network per denunciarli. Stia tranquillo quindi il consigliere Perrone e con lui il consigliere Valente che mi chiedono di precisare il senso e il significato del mio post di pochi giorni fa. Con il termine “monnezza”, certamente crudo, intendevo rifermi ai tanti problemi irrisolti che questa amministrazione ha trovato sul tavolo al momento del suo insediamento. Su tutti – per quanto attiene al mio specifico settore – alla mancata bonifica delle discariche, al problema dell’abbandono dei rifiuti che non si è affrontato, alle diverse zone della città non coperte adeguatamente (se non totalmente prive) del servizio di spazzamento. Ricordo che il mio post di replica nasceva all’interno di uno scambio polemico innescato dal consigliere Guido, il quale, a sproposito, denunciava una inesistente “parentopoli” nella nomina dei componenti della della Commissione Vas, che si è caratterizzata per assoluta trasparenza e legittimità”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*