Renzi gioca in casa di Emiliano in sua assenza. Tour in treno solo a metà

LECCE – Un tour su rotaia sì ma fino ad un certo punto: dopo aver fatto tappa alla stazione di Lecce l’ex Premier Matteo Renzi infatti raggiunge Maglie in auto, per la visita programmata nella casa di Aldo Moro.

Dispensa, come sempre, strette di mano e selfie. Il segretario Dem tocca le tappe pugliesi a bordo di un treno noleggiato ad hoc: Foggia, Barletta, Polignano a Mare, San Vito dei Normanni e poi Maglie e Ginosa. Tutte d’un tiro dalle 8.00 del mattino fino alle 21.00, con un passaggio “obbligato” dalle stazioni brindisina e leccese, e nessun incrocio con il Governatore di Puglia Michele Emiliano, nelle stesse ore impegnato a Cernobbio per il Forum internazionale su agricoltura e alimentazione targato coldiretti.

Al suo fianco i fedelissimi, in primis la Viceministro Teresa Bellanova. Ad accoglierlo a Lecce i rappresentanti del Pd locale. L’obiettivo annunciato dall’ex Premier è quello di toccare con mano e problematiche locali. In parallelo viaggia l’obiettivo di macinare consensi non solo tra gli elettori, anche tra i democratici che negli ultimi tempi si soo detti “delusi” tanto da migrare verso l’ala progressista di Articolo 1. Un’emorraggia nel partito, anche a livello locale, che il segretario nazionale tenta di tamponare anche così: tra dibattiti squisitamente politici e qualche intervallo di relax come quello che si concede a Maglie, dove in memoria dello storico statista lascia un omaggio floreale.

Ultima tratta in treno da Lecce a Grottaglie e da lì, sempre in auto, a Ginosa per una visita alla sartoria Angelo Inglese, nota eccellenza nel mondo degli abiti su misura, cuciti addosso anche a principi e star di Hollywood.

Il segretario Dem dunque tasta il terreno nella terra di Michele Emiliano in vista di una campagna elettorale che propio qui potrebbe metterlo a dura prova.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*