Tap, accordata la presenza dei sindaci al tavolo delle trattative sui ristori ambientali

LECCE- Saranno il presidente della Provincia di Lecce e i sindaci di Andrano e Trepuzzi i delegati a partecipare domani al tavolo delle trattative sulle compensazioni relative al gasdotto Tap. Il governo ha accolto la richiesta di cui si è fatto portavoce il prefetto Claudio Palomba, dopo la riunione di ieri mattina a Palazzo Adorno, accordando la presenza di due rappresentanti dei Comuni oltre al presidente provinciale.

Dunque, domani a Palazzo Chigi ci saranno Antonio Gabellone, Mario Accoto e Giuseppe Taurino al terzo incontro del tavolo interistituzionale presieduto dal ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti, nella sede in cui Tap e Snam stanno cercando di concordare con istituzioni e parti sociali gli “investimenti da realizzare a vantaggio del territorio salentino e del suo sviluppo sostenibile”, ovvero i ristori da concedere al Salento come contropartita rispetto agli impatti che l’opera avrà.

Confermano la loro assenza, invece, i principali protagonisti territoriali della vicenda, Comune di Melendugno e Regione Puglia. Dall’entourage del governatore Michele Emiliano, infatti, fanno sapere che ad oggi non è prevista la partecipazione dell’ente al vertice di domani a Roma.

Cosa chiederanno i sindaci che spingono per il dialogo sull’opera? La sostanza – fanno sapere – è nel documento già inviato in Provincia, e cioè essere informati e cercare una “soluzione condivisa”, che Tap ha già fatto sapere non potrà essere lo spostamento dell’approdo del gasdotto da San Foca. Nel concreto cosa chiederanno, dunque, resta da vedere.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*