Nomine revocate ai docenti in GaE con riserva, il Provveditore: “il Ministero parla chiaro”

LECCE – Quelli che il Dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale fa ai nostri microfoni sono chiarimenti non solo opportuni ma anche piuttosto urgenti, perchè sul loro destino i docenti inseriti in graduatoria ad esaurimento ma con riserva vorrebbero vederci chiaro. Battono i pugni sul tavolo sopratutto alla luce delle decine di revoche che l’Ufficio scolastico provinciale ha disposto su Lecce 2 giorni fa: ad andarci di mezzo gli insegnanti di sostegno per scuola primaria e dell’infanzia, sempre inseriti in GaE con riserva.

Noi abbiamo chiesto al Dirigente Vincenzo Nicolì il perchè di questa inaspettata inversione di marcia. Ebbene, ai nostri microfoni lo scorso 5 ottobre alcuni di questi docenti avevano denunciato l’impossibilità di stipulare un contratto nelle scuole di Brindisi, ostacolo su Lecce e provincia però del tutto assente. Ed è proprio a seguito di quella segnalazione che il Dirigente Nicolì ha disposto dei controlli per far luce sulle disparità di trattamento segnalate” e doverosamente da correggere” ha detto. Da qui le revoche: Brindisi stava agendo bene, l’hinterland leccese invece no.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*