Torna il premio “Vittorio Bodini”, menzione speciale per l’amico Camilleri

LECCE – Il giovane Bodini con la sua Lecce aveva un rapporto di odio-amore ma è per sua mano che il Salento si è fatto poesia. Ritorna a Lecce, con la sua quarta edizione, il premio letterario internazionale che porta il suo nome e dà lustro alle opere inedite in lingua italiana articolandosi in due sezioni: poesia e traduzione.

Sabato, al teatro Apollo, la cerimonia di premiazione riserverà una sorpresa: un premio speciale assegnato idealmente al celebre scrittore Andrea Camilleri per l’amicizia che lo ha legato a Bodini. L’autore della saga poliziesca del commissario Montalbano, non potendo essere presente fisicamente, ha rilasciato un’intervista che sarà proiettata integralmente e che racconterà il Bodini dalla penna magica e dell’animo dalle mille sfumature.
Ad essere premiati saranno anche il poeta Roberto Mussapi e il traduttore Giuseppe Girimonti Greco. Due riconoscimenti speciali saranno assegnati alla memoria di Luigi De Nardis, francesista illustre e preside della facoltà di lettere e filosofia de “la Sapienza” di Roma, e Fiorella Rizzo, artista visiva le cui installazioni hanno impreziosito alcune edizioni del premio.

La cerimonia di premiazione indaga il rapporto che Bodini ha avuto con l’Andalusia, tracciando un filo conduttore tra Spagna e Salento. Per l’Amministrazione, l’università del Salento e il centro studi “Vittorio Bodini” il premio è un’occasione unica ed emozionante per ricordare il potere dell’inchiostro e della lettura che non conosce limiti e dunque confini.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*