L’importanza delle tecniche SEO

Per chi ha in mente di fare e-commerce con il proprio sito, le tecniche SEO rappresentano una vera e propria chiave di volta per avere successo in questa attività. Non basta infatti acquistare un dominio e costruire il proprio sito, se poi lo stesso non viene visitato da un congruo numero di navigatori. Per spingere gli utenti a farlo, occorre però ottimizzarlo, ovvero dare vita alle vie di accesso senza le quali il sito rimarrebbe a livello di pura testimonianza.
Come si può fare per spingere i navigatori a visitare un determinato sito? Fondamentale in tal senso è migliorare la propria posizione sui motori di ricerca, in particolare su Google. Quando un utente fa una ricerca sul comparto in cui opera il proprio sito, esso deve comparire nella prima pagina dei risultati, altrimenti le sue possibilità di essere visitato scemeranno in maniera sensibile. Proprio a questo serve l’ottimizzazione SEO.

Migliorare il posizionamento su Google con gli elementi

SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization e con questa sigla si indicano in pratica le attività che possono consentire ad un sito di emergere dall’anonimato. In pratica grazie alle strategie varate da chi lavora in questo settore, si può sperare di avere una visibilità sui motori di ricerca che altrimenti non sarebbe possibile. Visibilità che non è fine a sè stessa, ma appunto rivolta a procacciarsi nuovi visitatori, senza perdere quelli già conquistati.
La prima cosa che occorre fare, in tal senso, è utilizzare la SEO nella fase di creazione del sito, un accorgimento che deriva proprio dalla constatazione che a fare la differenza possono essere alcuni elementi costitutivi. In particolare, questi elementi devono contenere le cosiddette keywords, le parole chiave, ovvero il vero e proprio perno di una strategia SEO. Occorre individuare le parole chiave legate al proprio settore di attività e posizionarle all’interno di alcuni elementi, come il nome del sito, il titolo che andrà ad individuare la pagina e quello del testo, il nome del file corrispondente e la descrizione. Se si vuole capire come migliorare la posizione su Google con la SEO, occorre senz’altro partire da qui.

Gli altri accorgimenti necessari

Naturalmente non basta utilizzare in maniera accorta le parole chiave, ma occorre anche adottare altri accorgimenti decisivi. In particolare non si può prescindere dal contenuto, che deve essere di qualità e attrarre l’internauta spingendolo a tornare. Senza un contenuto tale da rappresentare un valore aggiunto, difficilmente il sito potrà ambire ad arrivare in vetta.
Anche il codice con cui sarà strutturato il sito deve essere selezionato con grande attenzione, scegliendo tags ed elementi semantici appropriati, così come le immagini non devono essere lasciate al caso, ma essere assolutamente pertinenti e contenere indicazioni che permettano di capire meglio di cosa si tratti nel sito.
Non meno fondamentale è la velocità del sito. Un caricamento a rilento può spingere l’utente ad andarsene senza attendere oltre, per cui diventa necessario appoggiarsi ad un servizio di hosting tale da non presentare inconvenienti.
Infine anche i links possono penalizzare non poco, soprattutto ove manchino oppure siano danneggiati, portando in pratica in punti del sito che non sono quelli che vorrebbe l’utente.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*