L’ex deputato Mimmo Mele colpito da un’ischemia cerebrale: non ce l’ha fatta

CAROVIGNO- Un’ischemia cerebrale ha colpito ieri sera Mimmo Mele, ex deputato dell’Udc e già sindaco di Carovigno. Le sue condizioni sono state definite disperate da subito: è spirato in tarda mattinata ed è stata effettuata la donazione degli organi. È stato ricoverato prima nell’ospedale di Ostuni, la sua città d’origine, poi al Perrino di Brindisi, nel reparto di rianimazione.Ha compiuto 60 anni nel marzo scorso.

Mele è stato protagonista di un episodio di cronaca che lo ha reso noto a livello nazionale: la notte del 27 luglio 2007 in una suite dell’Hotel Flora di Roma era in compagnia di una prostituta poi ricoverata in ospedale per un malore, da attribuire probabilmente all’uso di cocaina e alcol. Nel 2016, il giudice ha deciso per lui il non luogo a procedere per intervenuta prescrizione, assolvendolo da altri capi d’accusa.

Il 5 gennaio 1999 Mele era stato arrestato, mentre era vicesindaco di Carovigno, con l’accusa di aver intascato tangenti, ma l’inchiesta si chiuse per mancanza di prove e per intervenuta prescrizione. Ciò non gli ha impedito nel 2013 di diventare il sindaco di Carovigno. Caduta la sua amministrazione, però, nel 2015, si era allontanato dalla politica.

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*