La scomparsa di Daniele, il padre: “una doccia fredda, è un ragazzo tranquillo”

NARDO’ – Le ricerche sono concentrate tra la località Rivabella e Gallipoli, vicino all’ospedale. E’ lì che si aggancia la cella del telefonino di Daniele Battistini. Del ragazzo, di 26 anni, non si hanno notizie da domenica scorsa 1 ottobre, da quando si è allontanato dalla sua casa di via Don Gregorio a Nardò per una passeggiata al mare e non è più tornato.

La famiglia è in ansia e le ricerche sono ora a tutto campo, coordinate dalla Prefettura, con vigili del fuoco, forze di polizia, volontari, e naturalmente tutti i familiari e amici. L’appello a dare una mano a trovare Daniele è stato rilanciato su fb anche dal comune di Nardò che ha chiesto la collaborazione di tutti.

Daniele è uno studente iscritto a scienze infermieristiche a Lecce. Al momento di uscire da casa indossava un paio di pantaloni neri, una maglietta grigia con delle strisce bianche sulle maniche, un paio di scarpe bianche da ginnastica e uno zaino. L’ultima posizione ricavata grazie alle celle di localizzazione del cellulare è in località Padula Bianca a Gallipoli, non lontano dal mare.

È qui che si sono concencentrate le ricerche. Per il papà Elio una doccia fredda: “Daniele è un ragazzo tranquillissimo dice, ora aspettiamo solo che torni a casa”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*