Due velieri carichi di migranti arrivano tra Leuca e Otranto

LEUCA-OTRANTO – Neanche il tempo per i soccorsi di riprendere fiato: le ondate di migranti a travolgere il Salento tra sabato notte e l’alba di domenica sono state in due. Non solo donne e uomini, anche tanti bambini di cui due in fasce. Gli scafisti questa volta non hanno neanche potuto tentare la fuga: le motovedette della Guardia di Finanza non li hanno persi d’occhio neanche un istante e così i due sono stati bloccati.

Il primo sbarco è approdato a tarda sera a Santa Maria di Leuca: ad accogliere ben 63 migranti, prevalentemente di nazionalità pakistana, di cui 17 minorenni, è stata la Croce Rossa, i sanitari del 118, Polizia e Carabinieri della compagnia di Tricase. Tutti portati a terra e risultati in buone condizioni di salute, sono stati trasferiti presso il centro d’accoglienza Don Tonino Bello di Tricase.

Non finisce qui però: all’alba, poco dopo le 4, l’allarme ritorna e questa volta lo scenario si ripresenta ad Otranto. Dal veliero non solo le urla dei 34 migranti a bordo, prevalentemente siriani e iracheni, ma anche il vagito di due neonati e il pianto di 5 bambini. Anche in questo caso nessuna emergenza sanitaria: sono stati tutti accompagnati all’hotspot di Taranto.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*