Emiliano riunisce Fronte Democratico: “Sì alla lista civica nazionale, ma impossibile con questa legge elettorale”

BARI – “Continueremo a chiedere il voto per il Partito democratico, ma rimanendo diversi e con il pensiero libero”. Michele Emiliano apre così l’assemblea programmatica di Fronte Democratico, la corrente interna al partito, da lui capeggiata, risultata terza nella corsa alla segreteria.
Il format richiama le Fabbriche di Nichi del 2010 e la Leopolda del suo avversario più noto: tavoli tematici, discussioni su argomenti precisi che saranno sintetizzate nelle idee da proporre nel programma all’assemblea del Pd di fine ottobre, e post-it sul cartellone a dare spunti e imbeccate sui temi clou.
Emiliano apre e chiude i lavori, facendo, appunto, sintesi degli argomenti e degli spunti ricevuti: “Qui non ci sono società a fare da sponsor“, dice dal palco sferrando subito una frecciata a Tap e simili, “anzi – aggiunge – probabilmente sono spaventati da questa riunione perché sanno che il vostro pensiero libero in materia di ambiente, di fiscalità, di energia, di scuola, rischia di scompaginare i piani di taluni che tessono le trame della politica italiana come se fossero delle visioni di un piano industriale”.

Temi specifici e non soltanto. Anche politica. Matteo Renzi? “E’ più sensibile“, dice, “lo abbiamo indotto al ragionamento”. E proprio con l’ex premier sta lavorando alla lista civica nazionale che, però, con questa legge elettorale non è compatibile. “Stiamo discutendo anche con il segretario Matto Renzi – ha spiegato – delle modalità attraverso le quali tenere nel centrosinistra, liste civiche di centrosinistra che in molti casi ci consentono di governare città importanti come Lecce. E io mi auguro che – ha proseguito – questa ipotesi di una lista civica nazionale, alleata del Pd, che possa darci quell’energia che in questo momento rischiamo di non avere, è una idea positiva ma con una sistema elettorale diverso dall’attuale e che manderà tutti contro tutti“.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*