Dichiarò di aver pagato in nero il Dott. Minelli: donna a giudizio per calunnia

LECCE – Dovrà essere processata per diffamazione e calunnia una donna salentina che avrebbe dichiarato di aver versato denaro “in nero” al dott. Mauro Minelli, per ricevere le cure nel centro Imid.

La signora, affetta da una rara patologia, la Sensibilità Chimica Multipla, che richiedeva appunto le cure specialistiche che il centro Imid di Campi Salentina offriva ai propri pazienti, nel 2013 pare abbia inviato una lettera all’ordine dei medici nella quale affermava di essere stata ricoverata nel centro diretto dal prof. Minelli, solo previo pagamento di denaro preteso dallo stesso medico.

I fatti facevano riferimento al 2009. La lettera arrivata all’ordine dei medici, presieduto dal dott. Luigi Pepe, fu consegnata alla Procura e alla Asl.

Oggi la donna è stata rinviata a giudizio per diffamazione e calunnia nei confronti del prof. Minelli. Nuovo capitolo nella guerra giudiziaria tra Minelli e Pepe dopo la chiusura del centro di Campi, che ora vedrà imputata una donna ammalata.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*