Consiglieri regionali pronti al salto in Parlamento. Caroppo lascia la guida di Forza Italia

BARI – Le dimissioni sono state annunciate nel corso della riunione convocata nelle scorse ore, in via Capruzzi. La formalizzazione arriverà a breve: Andrea Caroppo lascia la guida del gruppo di Forza Italia. Lo step successivo, con ogni probabilità, come anticipato da TeleramaNews, è l’addio definitivo al partito e il salto nella compagine di Matteo Salvini.

La rottura si è consumata all’indomani dei risultati delle amministrative. Caroppo è entrato in rotta con il coordinatore regionale degli azzurri, Luigi Vitali, e da allora il rapporto non ha fatto che lacerarsi. Al punto da diventare, per il giovane consigliere, invivibile. Le dimissioni da capogruppo, a quel punto sono divenute inevitabili. E tant’è. Caroppo mediterà qualche giorno prima di fare il salto in ‘Noi con Salvini’ e, con questi, tentare la corsa al Parlamento.

Le grandi manovre che porteranno gli eletti di via Capruzzi a tentare il salto romano sono cominciate. In Forza Italia potrebbero cimentarsi il foggiano Giandiego Gatta e il veterano Nino Marmo, papabile prossimo capogruppo regionale.

I fittiani sono tutti pronti: nessuno escluso. I pentastellati, invece, no, le regole del partito vietano le doppie ambizioni. Sarà della partita, secondo i rumors di via Capruzzi, anche Saverio Congedo per Fratelli d’Italia e, sembrerebbe – ma è ancora tutto da capire – De Leonardis per Alternativa Popolare.

Nella maggioranza scaldano i muscoli, i democratici Pentassuglia, Mennea, Lacarra e Amati, Romano per Mdp1, e, per la giunta, potrebbero cimentarsi Loredana Capone e Leonardo Di Gioia.

Lo scoglio, però, per tutti, è la legge elettorale con la quale si andrà a votare. Solo quanto si avrà la certezza di quale sarà, si potranno fare i debiti calcoli sui posti disponibili e le ambizioni da soddisfare.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*