Il padre di Noemi sotto casa di lui: “l’ha uccisa il suocero”

LECCE – Sconvolto, parla con affanno ma quello che ha da dire lo scandisce chiaro e forte. Il padre di Noemi in mattinata è alle porte dell’abitazione dell’assassino di sua figlia, in Via Santa Barbara a Montesardo. Con lui ci sono i Carabinieri, forse per evitare un incontro a tu per tu tra i due capo famiglia. Lo sfogo è ripreso dalle telecamere di Mattino Cinque.Tutto ad un tratto vogliono far credere di essere una famiglia unita, ma quante volte il ragazzo è stato cacciato via da casa? L’ho accolto io, gli ho dato tutto io perchè non facessero sciocchezze. La famiglia di lui, invece, alle mie richieste di aiuto ha sempre voltato le spalle“.

Ho chiesto a mia figlia più volte se lui la picchiasse -continua- lei ha sempre negato“. L’accusa più forte però è quella che Durini ha mosso al padre dell’assassino ai microfoni di Quarto Grado, per la trasmissione in onda in serata.È stato il padre del 17enne ad averla uccisa” ha detto.

Intanto anche la zia di Noemi racconta un ennesimo dettaglio di quel rapporto controverso: lo scorso 12 agosto una dedica spray sull’asfalto vicino all’abitazione della vittima. “Stiamo bene insieme” si legge, la loro storia era solo agli inizi ma la voglia di ufficializzare subito, di urlare al mondo quell’amore pare non potesse attendere.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*