Nuovo ospedale del Sud Salento, Blasi bacchetta i sindaci: “approvino subito variante urbanistica”

MELPIGNANO- Al di là delle proteste, c’è qualcosa che i sindaci possono fare nell’immediato: l’annuncio delle prossime barricate dei primi cittadini di Melpignano e Maglie contro i ritardi e le incertezze della Regione sul nuovo ospedale, che dovrebbe sorgere nella zona, porta il consigliere regionale Sergio Blasi a bacchettare, tra le righe, i due sindaci: “le due amministrazioni – dice – non devono fare altro che attivare le procedure di variante urbanistica, dato che il nuovo ospedale del Sud Salento non può avere collocazione diversa da quella indicata dall’art.6 del piano di riordino ospedaliero definitivamente approvato a marzo 2017, pena la definanziarizzazione del sistema sanitario pugliese”.

“Ritengo apprezzabile – continua – che i sindaci abbiano avvertito l’esigenza di reagire all’allarme provocato dalle dichiarazioni di Emiliano sull’ospedale del Sud Salento, dichiarazioni che però sono dello scorso febbraio. La loro delibera, però, rappresenta un arretramento: il piano di riordino ospedaliero già prevede infatti la conferma della sua realizzazione con piena funzionalità programmata per il 2025. Quindi, la giunta regionale e le amministrazioni comunali devono correre, se così non avvenisse assisteremmo all’ennesimo scippo al Salento da parte del presidente Emiliano in potenziale danno anche per le altre previsioni del piano sanitario, tutte in equilibrio programmatico”.

 

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*