Spettacolo e “quiz” su S. Oronzo, così si è accesa la piazza

LECCE – Tripudio di luci e colori nella serata conclusiva della tre giorni di festeggiamenti in onore dei santi Patroni a Lecce. L’immancabile e straordinario spettacolo delle luminarie De Cagna ha dato la stura in Piazza S.Oronzo alla serata. Boom di presenze e piazza gremita di salentini e turisti che con interesse hanno assistito ad una serata di musica e intrattenimento condotta dalla giornalista Daniela Panzera. Inizio con la performance del cantante e musicista Carmine Tundo, che ha portato sul palco un assaggio del repertorio della Municipàl. Artista poliedrico, alla ribalta nazionale per aver vinto Sanremo Lab 2010 e nello stesso anno protagonista di Sanremo giovani,  scoperto dal produttore di fama internazionale Corrado Rustici e sin da subito supportato da Caterina Caselli,  ha aperto i concerti di Subsonica,Niccolò Fabi, Roberto Angelini e tanti altri e condiviso il palco con numerosi artisti, dagli Skunk anansie a  Daniele Silvestri. Suo il singolo “Discografica Milano” reinterpretato nel dicembre scorso da  Giuliano Sangiorgi dei  Negramaro, video che diventa virale, il brano entra nelle classifiche spotify tra i più ascoltati.

A metà serata, quiz con premi assegnati da Ottica Salomi con tutto il pubblico presente chiamato a rispondere alle domande sulla biografia di S. Oronzo e sugli aneddoti e le tradizioni legate al santo. Un momento di grande partecipazione che ha stimolato la competizione tra i presenti.

A seguire il lungo concerto di musica Folk della Band fondata dal fisarmonicista degli Aprés La Classe Marco Perrone, in arte Puccia.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*