Ultime ore di riposo per il Lecce e poi testa all’esordio in campionato

LECCE (di M.Cassone) – Ultime ore di sole, di mare e di riposo per i giallorossi di mister Rizzo che mercoledì alle 17:30 scenderanno sul terreno di gioco del Via del Mare e riprenderanno la preparazione mettendosi in cammino verso l’esordio in campionato del 26 agosto alle ore 18:30 al Fanuzzi di Brindisi contro la Virtus Francavilla di mister D’Agostino.

L’attesa è tanta, i tifosi, i tifosi veri, sperano che questo sia l’anno giusto per lasciare la serie C che va stretta, strettissima, ad una piazza che ama il calcio e vive di calcio.

Il sorteggio delle prime tre giornate, per ora conosciamo solo quelle, è stato beffardo.

Tre giornate di fuoco e per ironia della sorte i giallorossi ripartiranno proprio contro l’avversario che li bloccò, la scorsa stagione, nel momento in cui erano al comando del Girone C con 58 punti davanti al Foggia che seguiva a 56.

Una partita che il Lecce doveva e poteva vincere contro un avversario abbordabile; invece il Francavilla passò in vantaggio con Prezioso al 40°, poi arrivò il pareggio di Lepore dopo 3 minuti, prima della mazzata finale, nel secondo tempo, ad opera dell’ex Abruzzese che di testa su un calcio di punizione mise a nudo i limiti di una difesa che continuava a subire gol simili, su calcio da fermo.

Quella sconfitta accompagnata dalla vittoria del Foggia contro la Juve Stabia, consegnò la testa della classifica ai rossoneri che iniziarono l’ascesa verso la serie B.

Da quella gara sono cambiate tante cose, la Virtus Francavilla è una squadra tutta nuova che ha cambiato moltissimo, dal diesse all’allenatore, e buona parte dei calciatori, mentre il Lecce, ha fatto gli innesti che ha ritenuto giusti in una intelaiatura già rodata e si candida alla vittoria finale del Girone. E si ripartirà così, in cerca di risposte, in cerca dei primi tre punti utili.

Alla seconda giornata sarà già big match, al Via del Mare arriva il Trapani che con mister Calori punta alla promozione diretta.  E per restare in tema di scontri diretti il sabato dopo i giallorossi andranno a Catania per  scontrarsi contro l’altra contendente alla vittoria del Girone.

Un inizio difficile ma affascinante. Un inizio al quale mister Rizzo dovrà arrivare preparato con la sua truppa, perché dopo cinque stagioni di serie C è chiamato all’impresa, fuggire via e approdare in serie B. Per raggiungere l’obiettivo finale dovrà mettere ogni cosa al suo posto, evitando i cali di tensione e quei gol subiti tutti allo stesso modo, imbucate, tiri da lontano o calci da fermo, gol fotocopia che hanno condannato il Lecce a ripartire ancora una volta dalla terza categoria nazionale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*