“Monteruga. Frammenti di memoria”. I ricordi di Adriana Diso diventano un libro.

LECCE – Giornate intere rascorse nei campi a coltivare tabacco, la bellezza di una vita semplice, bucolica, intrisa di quel romanticismo che il tempo ha cancellato cedendo il passo all’abandono. Così Adriana Diso ricorda Monteruga, quel posto un tempo incantevole che le ha dato i natali e sul quale di recente ha riacceso i fari Paolo Pagliaro, dall’ufficio di Presidenza Nazionale di Forza Italia.

E così i frammenti di memoria della donna si trasformano in un libro, nato per caso. Figlia ddell’ultimo fattore di Monteruga, scrive con nostalgia degli anni d’oro e poi condivide con i lettori i fermo immagine delle esperienze condivise con la sua famiglia, delle piccole gioie che custodisce gelosamente nel cuore. Ripercorre l’infanzia, l’adolescenza, fino ad arrivare ai giorni nostri: oggi sogna che quel gioiello dimenticato torni a brillare, per regalare ancora le stesse emozioni di cui lei ha goduto.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*