Ignorato il limite di 30 km/h, ciclisti costretti al fai da te sulla Lecce-San Cataldo

LECCE – Si è attrezzato con il fai da te, un disco di plastica per segnalare il limite di 30 km/h. Lo tiene legato dietro le sue spalle, perché gli automobilisti che sopraggiungono possano ricordarsi di sollevare il piede dall’acceleratore, andando verso il mare. Oronzo Leone è un ciclista di 73 anni ed è esasperato dalla gimkana che è costretto a subire – lui come tutti – sulla strada provinciale che collega Lecce alla marina di San Cataldo.

Un percorso a ostacoli, a causa dei lavori infiniti lungo la carreggiata. A questo si aggiunge l’inciviltà che rischia di fare danni seri: cartelli stradali imbrattati appositamente.

Finora, nessun intervento. “Ho interessato vigili urbani di Lecce, carabinieri e Polizia stradale, ma per il momento -dice Leone- non è cambiato nulla”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*