Dal Salento al ghiaccio, “Fluid” abbraccia anche l’Africa

LECCE- Pianista e compositore salentino, Marco Rollo vanta un patrimonio artistico colmo di esperienze musicali e collaborazioni che lo hanno visto al lavoro con Opa Cupa di Cesare dell’Anna, Raffaele Casarano e Massimo Donno. Ma non solo. Ora infatti torna all’opera con un disco da solista dal titolo Fluid. All’interno dieci brani inediti che abbracciano diversi paesaggi e culture, a partire proprio dal Salento. Dal punto di vista compositivo i brani si caratterizzano per una scrittura potente ed evocativa, a tratti anche narrativa, che si accompagna ad arrangiamenti eleganti in cui spicca l’utilizzo dell’elettronica.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*