Sarparea, approvato il piano di lottizzazione: il resort si farà

NARDO’- Il resort della Sarparea, che tanto ha fatto discutere Nardò, il Salento e l’Italia intera, si farà. Al netto di nuove guerre giudiziarie, l’ultimo passaggio della travagliata filiera burocratica è arrivato: la giunta targata Giuseppe Mellone ha approvato nelle scorse ore il piano di lottizzazione sull’area che digrada verso Sant’Isidoro, dove è previsto un investimento da 60 milioni di euro da parte di imprenditori inglesi.

Il progetto aveva già incassato i pareri positivi di tutti gli altri enti, dopo la rimodulazione che ha portato a ridurre del 30 per cento le volumetrie iniziali, passando da 131mila a 95mila metri cubi, e a riposizionare le costruzioni, in modo da non toccare i tre ettari di oliveto monumentale destinati a uso pubblico come Parco urbano.

“Ora tocca a noi – rimarca Mellone – vigileremo sul progetto esecutivo e sulla tutela degli ulivi monumentali”, assicurando che “le ditte che saranno coinvolte nella realizzazione (è un impegno degli investitori) saranno tutte di Nardò”. Poi, Mellone rivendica il senso della decisione: “Abbiamo trasformato un episodio potenzialmente aggressivo per il territorio in una grande opportunità. Nardó – aggiunge – ha bisogno di strutture ricettive e abbiamo detto convintamente sì ad un progetto che guarda al futuro, che rispetta il dovere di tutelare l’ambiente ed il paesaggio”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*