Paura in via Matteotti, operaio buca cavo Enel e rimane ustionato

LECCE- È stato un incidente che avrebbe potuto avere conseguenze molto più gravi quello avvenuto in mattinata nella centralissima via Matteotti a Lecce, a due passi da piazza S. Oronzo. Per fortuna l’operaio che ha rischiato di morire folgorato da una scossa elettrica se l’è cavata con ustioni di poco conto al piede e sulla gamba. L’uomo, 40 anni di Vernole, aveva messo in funzione il martello pneumatico durante dei lavori sul basolato . La ditta era al lavoro dalle prime ora del mattino nella stretta via che costeggia negozi e botteghe.

All’improvviso l’operaio ha accidentalmente bucato con un martello pneumatico un cavo dell’elettricità. C’è stato uno scoppio e poi una forte fiammata. Si è temuto il peggio per il 40enne investito in pieno. Sul posto è stato fatto arrivare il 118 che lo ha soccorso e lo ha trasportato in ospedale al Fazzi. I medici hanno accertato che le sue condizioni, nonostante le ustioni, sono tutto sommato buone.  Si è trattato comunque di un incidente sul lavoro. Per questo in via Matteotti sono arrivati gli ispettori dello Spesalm la polizia e i tecnici Enel. Le fiamme si sono propagate anche nei dintorni tanto che è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco per un piccolo incendio, subito domato, nello scantino dell’ex Upim.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*