Terrore in villa, banditi sfondano la vetrata: via con la cassaforte

LECCE- L’assalto alle 11 della sera. Il proprietario della villa presa di mira dai rapinatori, sulla provinciale che collega Lecce a Monteroni, era in camera da letto. Al piano di sotto un uomo di servizio. E’ stato lui il primo ad essere sorpreso dalla banda armata entrata in casa dopo aver scavalcato il muro di cinta che dà nel giardino e aver sfondato una vetrata blindata. Erano in quattro, armati e incappucciati. Hanno immobilizzato prima l’uomo di nazionalità filippina, poi hanno raggiunto il proprietario, un ingegnere amministratore delegato di un’azienda, che nel frattempo si era nascosto nel bagno. I banditi hanno sfondato la porta e lo hanno immobilizzato dopo avergli rotto il cellulare.  Hanno rovistato per tutta la casa e hanno portato via una cassaforte non incassata nel muro. All’interno c’erano alcuni orologi di valore, tra cui un rolex, gioielli e denaro contante.  Hanno portato via anche una serie di oggetti di argenteria trovati poi per terra nel giardino. Nessuno, per fortuna, si è fatto male. I banditi probabilmente studiavano la villa da tempo ed hanno trovato il momento giusto per assaltarla. Professionisti, sicuramente arrivati da fuori provincia. Prima di fuggire hanno portato via l’impianto di videoregistrazione della villa. I primi ad arrivare sul posto sono stati gli agenti delle volanti, poi gli uomini della squadra mobile che ora stanno conducendo le indagini e che in mattinata, dopo i sopralluoghi notturni, hanno ascoltato le vittime.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*