La denuncia: “Bottiglietta troppo cara in stazione”, l’accoglienza fa “un buco nell’acqua”

LECCE- Proprio mentre la città si prepara al boom di turisti, non mancano le lamentele. Accade su Facebook, dove un cittadino in partenza per Milano racconta quanto gli è accaduto nel bar in stazione: “Vi sembra giusto -scrive nel post pubblicando la foto dello scontrino- pagare una bottiglietta di acqua minerale 1.30 euro, per giunta senza un accenno di sorriso e servizio?”.

Il cittadino è furioso perchè secondo lui si tratta di un vero e proprio furto e che di certo non rappresenta una bella cartolina per la nostra città: “Quali sono secondo voi le autorità competenti perché questo furto non avvenga -conclude- e il turista possa tornare a casa sua senza prendere le prime sberle quando arriva o quando riparte?”. Dubbi e domande, quelle dell’utente, a cui segue una semplice richiesta: quella di fare il proprio lavoro, in modo corretto, fornendo un servizio ad hoc, con un sorriso in più che non guasta mai.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*