Una tendopoli nella pineta di Torre dell’Orso: bliz all’alba, decine di sgomberi

MELENDUGNO- Il blitz è scattato all’alba per sgomberare la pineta di Torre Dell’Orso, a Melendugno, diventata in questi giorni luogo di bivacchi. Decine di tende l’hanno trasformata in un villaggio abusivo improvvisato, anti-igienico e soprattutto ad alto rischio incendi. “Proprio per cercare di prevenire ciò, visto che vengono usati fornelletti e c’è materiale altamente infiammabile, si è resa necessaria questa operazione”, spiega il comandante della Polizia municipale Antonio Nahi.

Difficile anche raggiungere il luogo, in un avvallamento della pineta, dove la tendopoli era in pratica mimetizzata. Una ventina le persone fermate, tutti africani e indiani. Assieme ai carabinieri della locale stazione e agli uomini della Capitaneria di Porto di San Foca, sono state quindi sgomberate tende, brandine, gazebo nascosti tra le dune.

Quest’anno, si è cercato di intervenire appena l’insediamento è sorto, senza attendere il clou della stagione, come lo scorso anno.

Contestualmente, sono stati effettuati anche controlli al commercio ambulante ed alla diffusione di prodotti contraffatti, controlli che hanno portato ad identificare e sanzionare diversi ambulanti mentre scaricavano dalle auto la propria mercanzia per poi venderla ai turisti che affollano la spiaggia.

Ulteriori verifiche congiunte saranno effettuate nei prossimi giorni, sia durante la mattinata per verificare il rispetto delle autorizzazioni amministrative e contrastare la vendita di merce contraffatta, sia durante la notte per la prevenzione dei bivacchi e la commissione di reati.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*