50anni di bancomat, tra comodità e svantaggi

LECCE- Quest’anno lo sportello bancomat festeggia mezzo secolo dalla sua prima installazione in Inghilterra. Il primo apparecchio risale al 27 giugno 1967 e, da allora, ha profondamente cambiato il nostro modo di fare shopping e procedere agli acquisti. In provincia di Lecce sono 381 gli sportelli, 195 in quella di Taranto, 178 in quella di Brindisi. Il primo sportello accettava soltanto voucher. Ora, invece, mette a disposizione diversi servizi bancari. Una delle principali comodità – spiega Davide Stasi dell’Osservatorio economico– è quella di consentire a chi viaggia di spostarsi senza dover portare denaro contante con sè. Ma nonostante questo è anche vero che non mancano gli svantaggi, tra cui il limite di prelievo prefissato dalla banca la presenza di un canone annuo in aggiunta ai costi di gestione del conto corrente; il pagamento di eventuali spese di commissione; anche se la vera insidia è la clonazione. Non mancano, infatti, le denunce, con prelievi o spese ingiustificate. Tuttavia, la banca non garantisce dall’uso fraudolento della carta.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*