In coda come dopo il disastro ferroviario di Corato: la sfida delle donazioni di sangue

LEUCA- Parte dalla punta estrema del Salento il tour che serve a sensibilizzare tutti, anche i più distratti: camper e camici bianchi sul lungomare di Leuca, in mattinata, per stimolare le donazioni di sangue. In mattinata, solo nel Leccese, sono state raccolte 258 sacche.

È la prima tappa del percorso che andrà avanti fino a settembre ma avrà il suo culmine il 12 luglio, data in coincidenza della quale è stata istituita la “Giornata Pugliese del Donatore di Sangue”. Non un giorno qualunque: è stato uno dei giorni più neri nella storia recente del territorio, il giorno dello scontro frontale tra i treni della ferrotramviaria, tra Corato e Andria, con 23 vittime e 50 feriti.
   Il governatore Michele Emiliano aveva annunciato l’istituzione della gioranta già a settembre, durante la Fiera del Levante. Ora arriva quello che è in fondo un riconoscimento all’impegno di tanti cittadini che spontaneamente si presentarono negli ospedali di tutte le province pugliesi per donare il sangue e dare così il proprio contributo alle operazioni di soccorso dei feriti.
Ora si prova a trasformare quella responsabilità d’istinto assunta dai cittadini in qualcosa di strutturato, dandole continuità grazie a un’organizzazione che le associazioni predispongono in collaborazione con la struttura sanitaria regionale.

In Puglia, dunque, la Giornata Mondiale del Donatore del Sangue, che ricorre dal 2004 il 14 giugno, sarà posticipata al 12 luglio. “La Puglia non dimentica, la Puglia dona ancora” è la campagna di comunicazione portata avanti dalle sei Asl, insieme con le Associazioni e Federazioni dei donatori sangue della regione (Avis, Fidas, Fratres, Associazione Jonica donatori sangue “Bambino microcitemico”, Federazione salentina delle Associazioni donatori volontari di sangue). Il messaggio trasmesso è chiaro: il sangue che scorre nelle proprie vene è lo stesso che può curare se donato o trasfuso.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*