Lecce, gironi decisivi per Rizzo. Spuntano i nomi di Calabro, Auteri e Brini

Gaetano Auteri, è l'allenatore del Matera
Ottica Salomi

LECCE – In caso di promozione in serie B Rizzo sarebbe stato confermato sulla panchina del Lecce. L’obiettivo mancato dalla squadra giallorossa dovrebbe sancire la separazione dal tecnico di San Cesario. Ma già domenica scorsa, al termine della partita contro l’Alessandria, il presidente onorario Saverio Sticchi Damiani non ha voluto toccare questo argomento limitandosi a dire che se ne sarebbe parlato nei prossimi giorni. Anzi, ha detto pure di più: che la dirigenza avrebbe tenuto in considerazione il lavoro fatto dal tecnico in un mese. Insomma, non sarà semplice affrontare la questione allenatore. Il tecnico di San Cesario è stato chiamato a sostituire Padalino a due giornate dalla conclusione della stagione regolare. La nuova guida tecnica ha prodotto effetti positivi sulla squadra, nella testa dei giocatori, influenzati dalla contestazione della tifoseria nei confronti di Padalino. Rizzo è anche intervenuto tatticamente senza affondare troppo alcuni concetti tattici. L’impianto è rimasto tale, alcuni atteggiamenti sono stati cambiati, dove è stato possibile. E’ vero, la squadra non ha mai vinto, ma non ha mai perso. L’ultima partita, ad Alessandria, ha mostrato un limiti che questa squadra ha palesato soprattutto nella seconda parte di stagione, quelli di una scarsa incidenza offensiva e non perché mancassero le occasioni come visto domenica scorsa. Troppo poco il tempo a disposizione per dare ai giallorossi una nuova identità; tuttavia Lepore e compagni, ad Alessandria, hanno sfoggiato una prestazione come non si vedeva da tempo. Peccato per l’eliminzaione ai calci di rigore che costringe la società di Via Colonnello Costadura a programmare già la prossima stagione. Il primo nodo da sciogliere è quello del tecnico. Il direttore sportivo giallorosso è già al lavoro per individuare, eventualmente, le alternative a Rizzo; una figura tecnica che possa esaltare le caratteristiche tecniche dell’organico attuale. Tra i tecnici che fra pochi giorni potrebbero risultare liberi c’è Gaetano Auteri già protagonista in terra salentina con il Gallipoli. Auteri ha  vinto un campionato di Lega Pro nel 2016 sulla panchina del Benevento. Se il Matera non conferma Auteri, il tecnico siciliano e il Lecce potrebbero sederso intorno ad un tavolo e discutere del futuro. Il tecnico siciliano con il suo 3-4-3 cercherebbe di ripetere l’impresa compiuta a Benevento appena un anno fa. E’ un nome che alla tifoseria giallorossa non dispiacerebbe qualora Rizzo non dovesse essere confermato. Un altro nome che potrebbe tornare in pista è quello di Brini, un allenatore che di promozioni, dalla C1 alla serie B, ne ha collezionate ben quattro. L’ultima con il Carpi ai danni del Lecce, nel 2013. Infine, alla panchina giallorossa è stato accostato anche il nome di Antonio Calabro, che la scorsa settimana si è separato dalla Virtus Francavilla dopo averla condotta per la prima volta tra i professionisti e quindi a centrare i play off. All’allenatore melendugnese sono interessate altre società. Forse il Lecce, se dimosterà interesse, potrebbe avere una pista privilegiata.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*