Furti a raffica: 11 anni alla “Banda della Bravo”

LECCE- 11 anni complessivi. E’ questa la condanna inflitta dal gup Stefano Sernia ai tre imputati nel processo che ha preso il via dopo gli arresti compiuti dalla Squadra Mobile il 22 dicembre scorso. I tre facevano parte della cosiddetta “banda della Bravo” , specializzata in furti in negozi, bar e tabaccherie. Si tratta del mesagnese Luigi Tursi, condannato a 4 anni, il surbino Antonio Sansonetti, quattro anni, e Luca De Santis, anche lui di Surbo, condannato a tre anni.Lo scorso dicembre avevano messo a segno un furto in un negozio di macchinari agricoli. L’allarme li aveva messi in fuga ne era nato un inseguimento con la polizia, al termine del quale si erano schiantati contro un muro. L’ultimo furto con “spaccata” era appena stato compiuto a Veglie, ma l’auto in corsa, una Bravo appunto, era stata poi individuata e intercettata alla periferia di Surbo. La perquisizione dell’autovettura e delle abitazioni degli arrestati hanno portato al ritrovamento, oltre che dell’intera refurtiva della notte, anche di numerosi arnesi atti allo scasso e indumenti finalizzati al travisamento, compresi quattro cappellini da Babbo Natale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*