Comitato scientifico e nuovi progetti: Asl Lecce e Tria Corda al lavoro per il Polo Pediatrico

LECCE- Nuove tessere incastonate nel grande mosaico del Polo Pediatrico del Salento. Da una parte la rinnovata composizione del Comitato scientifico dell’Associazione Tria Corda, dall’altra le prossime sfide da affrontare assieme ai gruppi di lavoro della ASL Lecce, e a stretto giro un progetto da mettere in cantiere: l’istituzione di un posto di Terapia Intensiva Pediatrica. E’ il risultato del progetto “Stammi Vicino” finanziato da Fondazione Mediolanum Onlus (per l’acquisto della strumentazione) e con la collaborazione della Rianimazione Pediatrica del Policlinico Gemelli di Roma, che si occuperà della formazione specifica di medici e infermieri. Un quadro in evoluzione tratteggiato stamane, nel Polo Didattico di via Miglietta, dal direttore generale Silvana Melli, dal presidente di Tria Corda, Antonio Aguglia e dal presidente del Coordinamento Regionale Malattie Rare (COREMAR), Giuseppina Annicchiarico, che ha offerto la sua piena collaborazione al progetto.

Un aggiornamento necessario anche alla luce delle concrete prospettive di sviluppo legate all’approvazione in Regione Puglia del nuovo Piano di Riordino, che ha previsto a Lecce la nascita del Polo Pediatrico di II livello nell’Ospedale “Vito Fazzi”. «Il Polo Pediatrico – ha scandito il dg Melli – si farà, perché Asl e Tria Corda insieme sono una grande forza. Abbiamo individuato gli spazi per ospitare il Polo, stiamo organizzando i percorsi di formazione per il nostro personale, assieme a professionisti del Bambin Gesù e della Cattolica di Roma, poi il protocollo d’intesa servirà a dare una cornice formale alla sostanza, ossia la nascita del secondo Polo Pediatrico della Puglia, con all’interno le branche specialistiche d’eccellenza e intorno la rete territoriale di supporto».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*