Alla Virtus Francavilla basta un pari e zero reti per accedere agli Ottavi di finale. Ora sfida al Livorno

I tifosi della Virtus Francavilla ringraziano i propri calciatori
 

FRANCAVILLA FONTANA – (tonio de giorgi) “Comunque vada il sogno è diventato realtà…Grazie ragazzi”, così recitava uno striscione sotto la gradinata che ospita i tifosi più caldi della Virtus Francavilla. Il sogno, però, continua grazie alla qualificazione ottenuta dopo la sfida contro l’Unicusano Fondi che ha regalato alla squadra del presidente Magrì il passaggio del turno. Negli ottavi di finale i biancazzurri affronteranno il Livorno. Una partita storica per una squadtra che appena un anno fa festeggiava la storica promozione in Lega Pro. Alla formazione allenata da Calabro è bastato il pareggio per qualificarsi grazie alla migliore posizione in classifica ottenuta al termine della stagione regolare. L’incontro è finito 0-0. Ora Francavilla si prepara ad accogliere, domenica prossima, il Livorno per la partita di andata. Il ritorno in programma il 24 maggio in terra toscana. In caso di parità al termine del doppio confronto, questa volta ad avere la meglio saranno gli amaranto in virtù del miglior piazzamento al termine della stagione regolare. Di seguito il tabellino del match.

VIRTUS FRANCAVILLA-FONDI 0-0

VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Albertazzi; Idda, De Toma, Abbruzzese; Albertini (32′ Pino), Prezioso, Galdean, Alessandro (63′ Biason), Pastore (88′ Vetrugno); Nzola, Abate.

A disposizione: Costantini, Casadei, Ayina, Salatino, Monopoli, Finazzi.

Allenatore: Calabro

FONDI (4-2-3-1): Baiocco; Galasso, Signorini, Bertolo, Squillace (87′ D’Angelo); Varone, De Martino; Giannone (62′ Gambino), Tiscione, Calderini; Albadoro.

A disposizione: Coletta, Di Sabatino, Mucciante, Battistoni, Pompei, Carcatella, Ferullo, Marino.

Allenatore: Pochesci

ARBITRO: Lorenzo Maggioni di Lecco. Assitenti: Abagnara di Nocera Inferiore e Della Vecchia di Avellino.
Note: ammoniti Prezioso, Pino, Abbruzzese (VF), Tiscione, Gambino (F)

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*