“L’oliveto è monumentale”: il documento che spariglia le carte su Sarparea

NARDO’-  Per loro è un’autentica svolta quel documento destinato a sparigliare le carte nella vicenda Sarparea, il resort di lusso autorizzato dalla Regione a Sant’Isidoro, a Nardò, dopo un lunga tira e molla e una pioggia di polemiche.  L’atto è quello in cui la commissione Tutela alberi monumentali della stessa Regione dichiara che l’intero oliveto lì presente è monumentale.  Il documento scovato dal comitato “Salviamo la Sarparea” è una risposta alla Procura della Repubblica di Lecce che, in data 28 marzo 2013, chiedeva alla commissione Tecnica Alberi Monumentali delle valutazioni in seguito al sopralluogo congiunto effettuato dalla stessa commissione alla Sarparea il mese prima, il 6 febbraio 2013.  Si legge: “il sopralluogo effettuato ha visto emergere chiaramente la presenza di ulivi monumentali in percentuale maggiore del 60 per cento nell’area presa ad esame, pertanto l’uliveto possiede le caratteristiche di monumentalità così come riportate nella l.r. 14/07”. La risposta alla Procura della Repubblica di Lecce è firmata da Francesco Matarrese, ai tempi presidente della commissione, e dal dirigente del settore Ecologia, Antonello Antonicelli.  Tra i documenti ritrovati dal Comitato vi è anche una lettera in cui un ufficio della Regione promette un nuovo e imminente censimento alla Sarparea, che però non è mai stato fatto. Passaggio, tra l’altro, ora reso obbligatorio anche dalla nuova legge regionale approvata a fine marzo.  Al Comune di Nardò spetterà l’ultima parola.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*