Pesca di frodo, sequestrati 500 ricci: nei guai due pescatori

PORTO CESAREO- Sorpresi a pescare ricci all’interno dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo. A finire nei guai due pescatori. I militari della Guardia Costiera, grazie anche all’ausilio delle telecamere del servizio di videosorveglianza, hanno potuto osservare i loro movimenti: uno era intento nella pesca subacquea mentre il secondo era a bordo di un natante a motore. Da qui la decisione di intervenire. I militari hanno quindi proceduto al sequestro di 500 ricci, poi rigettati in mare, e al sequestro dell’imbarcazione e di tutta l’attrezzatura

A Gallipoli, invece, è stato sanzionato un subacqueo intento nella pesca all’imboccatura del porto , in un tratto quindi vietato e caratterizzato da intenso traffico diportistico e mercantile

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*