Lecce, Tundo guarda al futuro: “Quasi sicuramente resto, ora uniti verso la serie B. E poi lo stadio”

tundo

LECCE – (di Tonio De Giorgi) Il sipario sul campionato sta per scendere definitivamente, ma per il Lecce si alzerà quello dei play off. Una stagione che per il presidente  Enrico Tundo può ancora regalare delle soddisfazioni.

“Ci giocheremo questa possibilità per andare in serie B, alla squadra chiedo di giocare un buon calcio e con la giusta aggressività, che in qualche occasione è forse mancata – afferma il numero uno del club giallorosso -, inoltre  siamo la migliore seconda cclassificata e la squadra è tecnicamente valida”.

La sconfitta di Foggia ha segnato ancora di più le distanze tra rossoneri e giallorossi permettendo alla formazione foggiana di avviarsi verso il traguardo della serie B. “Bisogna riconoscere che e’ una promozione meritata per il Foggia, una squadra che nel corso degli anni è stata sempre rimodellata – osserva -, con l’aiuto anche dell’imprenditoria del posto, contributo che e’ invece mancato a noi.

Però andiamo avanti, la base societaria si sta allargando, con nuovi ingressi anche se con picccole quote, ora attendiamo anche la delibera per l’aumento di capitale che deve essere approvata dall’assemblea dei soci”. In vista dei play off il presidente Tundo invita l’ambiente a non disunirsi.

“Le divisioni non hanno mai giovato a nessuno – continua -, noi abbiamo deciso di confermare Padalino dopo attente valutazioni e, comunque, la squadra ha reagito bene alla sconfitta di Foggia dove non ha retto il confronto”. Nel futuro di Tundo c’è ancora il Lecce.

“A giugno vedremo – conclude -, al novanta per cento sarò ancora al mio posto, abbiamo tanti progetti come quello di puntare sempre più sul settore giovanile oppure di costruire un nuovo stadio o adeguare il vecchio Via del Mare, ho già avuto dei colloqui con alcuni imprenditori, anche non locali, ma è presto adesso, prima dovremo tornare a calcare palcoscenici importanti”.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*