Martano, al Poliambulatorio “batterie in tilt”. Asl :”né danni nè feriti”

 

MARTANO – Momenti di paura alle prime ore di questa mattina nell’area del distretto socio sanitario di Martano, in via Cervi, dove a causa probabilmente di un sovraccarico di energia del ‘pacco batterie del gruppo di continuità’ si è levato un fumo acre che in breve ha invaso tutti i locali. A causa delle esalazioni provocate dall’acido solforico delle batterie e dalla plastica, una delle donne del servizio di pulizie ha avvertito un lieve malore. Il “pacco batterie” dove è avvenuto il problema elettrico si trova nel seminterrato dello stabile e serve solo alcune utenze, ed entra in funzione in caso di blackout, prima del gruppo elettrogeno.

“Solo esalazioni e odore acre, ma nessun principio d’incendio, persone ferite o intossicate – specificano dalla Asl – . A causare qualche attimo di sconcerto, stamattina alle 6,30 nel Distretto di Martano, è stato il malfunzionamento di un “pacco batterie”. Le esalazioni sviluppatesi a causa del surriscaldamento delle batterie, come hanno poi accertato i Vigili del Fuoco allertati da una dipendente del servizio di pulizie (per lei solo un lievissimo malore), non hanno creato grandi problemi o danni, ma hanno comunque spinto il direttore del Distretto, Salvatore Sergio, a prendere le dovute precauzioni. Sino alle 9,30, infatti, il personale è rimasto all’esterno dei locali del Distretto in attesa che gli ambienti fossero adeguatamente arieggiati. Per l’utenza solo il disagio di dover aspettare che questa operazione fosse ultimata, ma nulla di più. I servizi del Poliambulatorio, con le varie specialistiche, sono praticamente tutti ripartiti in mattinata, così come l’attività del Centro Prelievi.  Le batterie andate in tilt, come verificato dai Vigili del Fuoco e dai tecnici Asl giunti sul posto, non hanno comunque causato lo sversamento di liquidi pericolosi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*