Il Lecce non si accende e il Foggia va

FOGGIA (di Tonio De Giorgi) – Netto successo del Foggia contro il Lecce, volano a più quattro sui giallorossi. Una prestazione tutt’altro che brillante da parte della formazione leccese che ora deve ritrovare la forza per continuare ad inseguire la capolista.

Derby molto amaro per il Lecce che perde contro il Foggia e vede allungare i rossoneri a più quattro a otto giornate dal termine. Un brutto pomeriggio per la squadra giallorossa seguita allo Zaccheria da un migliaio di sostenitori. La formazione leccese ha provato ad impensierire i padroni di casa solo in avvio di primo, dopo la squadra di Stroppa ha preso le misure e ha comandato quasi sempre il gioco. Nella ripresa, nonostante i tentativi di Padalino, Lepore e compagni mai hanno impensierito il portiere del Foggia Guarna. Ritorno amaro del tecnico giallorosso torna nella sua Foggia per un derby che profumava di serie B.

L’allenatore del Lecce ha confermato la stessa formazione di partenza di domenica scorsa. In panchina c’è Mancosu, che ha saltato la sfida con il Catania. A disposizione del tecnico anche Drudi reduce da due turni di squalifica. Al loro arrivo allo stadio le due squadre hanno saggiato le condizioni del terreno di gioco, ma all’improvviso un episodio sgradevole con il foggiano Vacca che colpisce il leccese Cosenza. Ci sono momenti di momenti di tensione, ma l’intervento dei altri calciatori evita il peggio. Il tutto è accaduto sotto lo sguardo dei commissari di campo e degli ispettori federali.

La cronaca – Al 2′ il Foggia conquista un calcio di punizione con Agazzi, a batterla è Coletti, pallone di pochissimo fuori. Al 7′ primo affondo del Lecce: Caturano apre un varco per Pacilli che, però, si defila troppo, ma calcia comunque costringendo Guarna alla deviazione in angolo. Sugli sviluppi del corner la girata di Caturano è parata in due tempi dal portiere foggiano. Al 26′ il Foggia ci prova ancora su punizione, Peucchini bravo a parare la cannonata centrale di Martinelli. Al 29′ il Foggia passa in vantaggio: Mazzeo soffia il pallone e s’infila in area dove evita Perucchini e deposita in rete, 1-0. Al 32′ il Foggia raddoppia con un gran tiro dalla distanza di Coletti che batte Perucchini, 2-0. Al 41′ il Lecce prova a reagire: Tsonev serve Ferreira, il destro del portoghese è parato da Guarna. Come il sinistro di Chiricò (42′) sul fronte opposto. Al 45′ Tsonev innesca il contropiede del Foggia e Di Piazza sfiora il tris: il suo diagonale termina di poco a lato. In avvio di secondo tempo il tecnico padalino sostituisce Pacilli con Lepore. Al 7′, però, il Foggia realizza il terzo gol con Deli che va via sulla corsia di sinistra e infila Perucchini in uscita, 3-0. Il Foggia, con il risultato in cassaforte, gioca sul velluto, Chiricò conquista una punizione che batte Mazzeo  e chiama Perucchini alla deviazione. Finisce 3-0 per il Foggia. Domenica prossima i giallorossi riceveranno al Via del mare il Fondi.

FOGGIA-LECCE 3-0

rete: 29’pt Mazzeo (F), 32′ pt Coletti (F), 7’st Deli (F)

FOGGIA

Guarna; Loiacono,  Martinelli, Coletti, Rubin; Agazzi, Deli (12’st Gerbo), Vacca; Chiricò (32’st Agnelli), Mazzeo, Di Piazza (26’st Sarno)

All. G. Stroppa

LECCE

Perucchini; Ciancio, Cosenza, Giosa, Agostinone; Costa Ferreira, Fiordilino (24’st Marconi), Tsonev(24’st Arrigoni); Pacilli (1’st Lepore), Caturano, Doumbia

All. P. Padalino

ARBITRO: A. Giua di Olbia

note: ammoniti Ciancio, Gerbo. Recupero: pt 1′ recupero, st 4′

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*