Donne rom “imprigionate”: da Lecce parte una denuncia-querela per discriminazione razziale

LECCE- Sequestro di persona e diffamazione aggavata dalla discriminazione razziale. Con queste ipotesi di reato entra nell’azione giudiziaria intrapresa dalla Procura della Repubblica di Grosseto anche il Centro internazionale diritti umani di Lecce. È la prima iniziativa in tal senso.

Tramite il legale Cosimo Castrignanò si è deciso di depositare una denuncia-querela nei confronti dei due dipendenti del supermercato di Follonica che hanno rinchiuso due donne rom nel gabbione dei cassonetti e che hanno ripreso la scena con il cellulare, diffondendo il video su internet. Le immagini che vedete sono già oscurate da Repubblica.”La società civile non può restare impassibile” dice Castrignanò.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*