Camusso: “Taranto paradigma del modello di sviluppo per la Puglia”

TARANTO-  Sviluppo, lavoro e ambiente: queste tre sono le priorità per il sindacato, attorno ad esse dovranno ruotare le azioni nel 2017. lo ha detto il segretario nazionale della Cgil Susanna Camusso, ospite a Taranto. «Abbiamo scelto Taranto perché rappresenta il paradigma di quale modello di sviluppo si vuole dare alla Puglia” ha detto il segretario generale della Cgil pugliese Pino Gesmundo. In platea anche il marito e la figlia di Paola Clemente, la bracciante di San Giorgio morta nel vigneto in cui era al lavoro per pochi euro al giorno.a loro è stata consegnata la proposta di Legge nazionale sul caporalato.
Sull’Ilva, la Camusso ha detto: «É complicato dissociare la parola ambiente dalla parola salute. mettere in cassa integrazione quasi 5000 lavoratori è il chiaro segno di una volontá di ridimensionare la produzione e l’occupazione dello stabilimento. Per questo abbiamo chiesto un confronto al Governo”.

“Oggi a Taranto, città martire dell’industria fondata su criteri ambientalmente sbagliati che stiamo cercando di correggere, c’è una proposta della Cgil, per la crescita sostenibile che ovviamente per me è aria fresca, una speranzdi futuro» ha detto il presidente della Regione Michele Emiliano.  Il tour della Camusso è proseguto a Lecce per l’inaugurazione nel quartiere san pio dello “spazio dei diritti”, un luogo dedicato al coworking, “importante per fare una politica sindacale inclusiva – ha detto” .  E sul dibattito politico all’interno del partito democratico “siamo attenti come cittadini, con il governo di questa regione ci siamo sempre confrontati pur avendo, alle volte, opinioni diverse”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*