Lecce-Siracusa 2-1. Per i giallorossi vittoria e primo posto in attesa del Matera

Il rigore trasformato da Caturano

LECCE – Il Lecce, senza brillare, cancella la sconfitta di Caserta battendo 2-1 il Siracusa. I giallorossi sono primi grazie alla sconfitta del Foggia a Taranto, ma devono attendere la partita del Matera impegnato domani contro la Virtus Francavilla. 

 

Lecce- Siracusa 2-1

rete: 41’pt Caturano (L) (rig), 14’st Malerba (aut); 29’st De Silvestro (S)

LECCE
Perucchini; Vitofrancesco (36’st Agostinone), Cosenza, Drudi, Ciancio; Costa Ferrreira (42’st Lepore), Arrigoni (31’st Fiordilino), Mancosu; Pacilli, Caturano, Doumbia

Allenatore: P. Padalino

SIRACUSA
Santurro; Dentice, Turati, Pirrello, Malerba; Toscano, Spinelli (20’st Russo); Dentello (24’st Valente), Catania, De Silvestro; Scardina (30’st De Respinis)

Allenatore: A. Sottil

Arbitro: Valiante di Salerno

note: ammoniti Dentice, Catania, Perucchini, Doumbia, Drudi, Toscano, Pacilli. Recupero: 1’pt, 5’st. Totale spettatori  11.242 di cui 2000 paganti.

Senza brillare il Lecce ha superato il Siracusa 2-1. Per avere ragione dei siciliani anche un po’ di fortuna con l’autogol di Malerba che ha regalato il raddoppio e il rigore fallito da Catania con Perucchini abile a deviare. Nella formazione di partenza il tecnico Padalino aveva presentato diverse novità: dal primo minuto c’erano Ciancio, Cosenza, Ferreira, Pacilli e Doumbia.

La cronaca – Al 10’ Scardina spreca un rigore in movimento, bravo Perucchini a deviare in angolo. Al 2′ i giallorossi reclamano per un presunto fallo di mano in area siciliana, l’arbitro lascia correre. Al 29′ il Siracusa con un cross di De Silvestro mette in difficoltà Perucchini che con la collaborazione di Cosenza allontana il pericolo. Al 30′ Caturano si ritrova a tu per tu con il portiere, ma calcia addosso all’estremo difensore siciliano che devia in angolo, sugli sviluppi del quale la girata di Cosenza termina di poco alta sopra la traversa. Al 32′, sempre in area siciliana, Pacilli trova lo spazio per calciare, ma la sua conclusione è deviata in angolo da un avversario. Al 35′ Doumbia conquista una punizione che calcia  Arrigoni, ma il tiro è lento e centrale. Al 39′ rigore per il Lecce per un fallo di Toscano su Costa Ferreira, Dal dischetto realizza Caturano, 1-0

Nel secondo tempo al 5′ c’è un calcio di rigore per Siracusa provocato da Perucchini che ferma De Silvestro fallosamente. Il portiere giallorosso era stato messo in difficoltà da un retropassaggio di Vitofrancesco. Durante le cure al calciatore siciliano Catania finisce a terra dopo un contatto con Doumbia. Il direttore di gara dopo essersi consultato con il proprio assistente decide di ammonire il francese. Dal dischetto, invece, Catania si fa parare il rigore da Perucchini,, bravo a deviare alla propria destra. Al 14′ i giallorossi colpiscono un palo con Caturano sugli sviluppi di un calcio di punizione di Ferreira e Malerba nel tentativo di liberare mette il pallone nella propria porta, 2-0. Al 29′ la formazione aretusea accorcia le distanze con De Silvestro abile a raccogliere l’invito di Valente. Finisce 2-1 per il Lecce che sabato prossimo sarà ospite della Reggina.

 

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*