Xylella, vivaisti esasperati: “Emiliano ci convochi, siamo al tracollo”

QuattroStelle

LECCE- Denunciano perdite nette nel comparto per almeno 50 milioni di euro da quando è in vigore la normativa che dal giugno 2015 ha limitato drasticamente le vendite, a causa di quella che è stata definita l’emergenza Xylella. Hanno chiesto incontri al governatore della Puglia Michele Emiliano già otto mesi fa, fissati ma rimandati a data da destinarsi. Ora, però, dopo anche il rinvio dell’approvazione della legge regionale nell’ultima seduta di Consiglio, i vivaisti leccesi sbottano.

Un settore in ginocchio: ha perso buona parte del volume d’affari regionale di oltre 300 milioni di euro; un danno anche a livello occupazionale, con una contrazione netta dei 2 milioni di giornate lavorative che assicurava. Il divieto di impianto e di movimentazione di molte specie resta il vero cappio al collo. Per questo gli imprenditori chiedono di essere ascoltati con urgenza. “Abbiamo proposte anche noi – dicono – ma nessuno ci dà retta”.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*