Veleni a Burgesi? Il gip archivia l’indagine

Il gip del tribunale di Lecce, Vincenzo Brancato ha archiviato il procedimento sui presunti seicento fusti di Pcb interrati nella discarica di Burgesi a Ugento

UGENTO- Il gip del tribunale di Lecce Vincenzo Brancato ha archiviato il procedimento sui presunti 600 fusti di PCB interrati nella discarica, dismessa, di Burgesi nel territorio di Ugento. “I reati di trasporto, intermediazione e smaltimento di rifiuti illeciti sono stati prescritti e già coperti da giudicato”. Così il gip ha motivato il provvedimento. “Non possono neanche ipotizzarsi le accuse di inquinamento e disastro ambientale non essendosi ancora verificati gli eventi tipici contemplati da dette norme incriminatrici e, comunque, i relativi fatti mai erano sanzionati dalla legislazione all’epoca vigente”.

Ecco, quindi, la decisione di accogliere la richiesta di archiviazione avanzata dal procuratore aggiunto Elsa Valeria Mignone e dal sostituto Angela Rotondano. Escluso un nuovo atto istruttorio poiché la richiesta di archiviazione è stata avanzata dalla Procura.