Ancora neve, ricognizione di Prefetto e Forze dell’Ordine

Ancora neve e gelo. Sopralluoghi ovunque da parte delle forze dell'ordine e del prefetto, che in mattinata è andato nelle zone più colpite del Sud Salento. Ci sono strade ancora pericolose.

LECCE-Continua a nevicare. Per la situazione “strade”, ricognizione su tutto il territorio provinciale da parte del Prefetto, del coordinamento della protezione civile, dell’Esercito, dei VV FF e del Comandante della Polizia Locale di Lecce. Si segnala: Lecce – Maglie presenza di lastre di ghiaccio sulla corsia di sorpasso; Maglie – Poggiardo fondo ghiacciato; uscite Sternatia – Soleto fondo ghiacciato. Criticità in tutto il basso Salento soprattutto nelle strade secondarie.

L’aggiornamento sulla viabilità della Polizia municipale di Lecce:strade cittadine percorribili, tangenziale, strade provinciali e statali transitabili con prudenza per rischio ghiaccio soprattutto sulla corsia di sorpasso. Le temperature si mantengono ovunque molto basse e in molte località nevica. Il prefetto Claudio Palomba, in mattinata, è stato nel sud Salento per un SOPRALLUOGO nei comuni più colpiti. Nel municipio di Andrano, ha incontrato i sindaci di Andrano, Spongano e Diso.

A Brindisi, su disposizione della sindaca Angela Carluccio, i riscaldamenti delle scuole comunali resteranno accesi a regime come se le lezioni fossero regolarmente in corso per far sì che i disagi dovuti al gelo per studenti e insegnanti siano ridotti al minimo per garantire il regolare rientro in classe.

La dichiarazione di stato di emergenza da parte della Regione Puglia porterà sostegno alle amministrazioni comunali per tutti gli interventi nelle zone con alta criticità, ulteriore possibilità di collaborazione da parte dell’ esercito.  In campo anche l’Arif con la Protezione civile e le associazioni di volontariato, per fare fronte all’emergenza neve. 50 i mezzi messi immediatamente a disposizione dall’Agenzia Regionale per le attività Irrigue e Forestali sull’intero territorio regionale: 14 in provincia di Lecce, 5 a Taranto e 4 a Brindisi. Si tratta di mezzi antincendio rapidamente convertiti per l’emergenza neve.

In provincia di Taranto le squadre Arif, oltre a garantire l’assistenza ad alcuni dializzati, impossibilitati a raggiungere le strutture sanitarie, sono state dislocate, su indicazione della Prefettura di Taranto, nei comuni di Ginosa, Laterza, Castellaneta e Mottola.