Profanato il Presepe, la statua del Bambin Gesù fatta a pezzi

SANTA CATERINA-  Un altro episodio inqualificabile, ma soprattutto inspiegabile: la statua del Bambin Gesù sistemata nella capanna del presepe di Santa Caterina, marina di Nardò, è stata fatta a pezzi . Braccia, gambe e testa lanciati lontano, per terra, fuori dalla grotta.
La brutta sorpresa in mattinata, quando il presepe è stato visitato dal parroco, don Piero.  Un brutto colpo per l’intera comunità che del suo presepe vivente ha fatto un simbolo. Per questa edizione, la 36esima, sono scesi in campo 180 figuranti. il presepe illumina da sempre la riva del mar Ionio, nella marina di Nardò, che come ogni natale si veste di suggestioni, con la rievocazione e la messa in scena dei mestieri antichi e della natività. La capanna di Betlemme è naturalmente il cuore di tutto questo, e la profanazione della statua di Gesù Bambino non può che destare sdegno. Ed ora le forze dell’ordine hanno avviato le indagini per risalire agli autori.

Non è certo il primo caso. Nel presepe allestito nell’anfiteatro di Lecce una coppia è stata denunciata perché sorpresa a sradicare le piante, mentre a campi salentina la statua del Bambin Gesù, nel presepe della chiesa di San Pompilio nei giorni scorsi, è stata addirittura decapitata e la testa portata via.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*