No ai botti: l’Assessore Guido chiama in campo tutte le Forze dell’Ordine

LECCE-“Ogni botto è un’esplosione di paura”: questo il motto della nuova campagna di sensibilizzazione promossa da Palazzo Carafa in vista del capodanno. Con una comunicazione via PEC indirizzata al Prefetto, al Comando Provinciale dei Carabinieri, al Questore, alla Guardia di Finanza e al Comandante della Polizia Locale l’Assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido, chiede il coinvolgimento attivo di tutte le forze dell’ordine in difesa degli amici a 4 zampe ma non solo.

La norma comunale vieta l’utilizzo dei fuochi d’artificio e invita ogni organo, in base alla propria sfera di competenza, ad entrare anche nel merito della distribuzione in città di materiali pirotecnici. Guido ha già specificato che in ballo non c’è solo la sicurezza dei cittadini e il benessere degli animali ma anche la qualità dell’aria che si respira. I fuochi d’artificio, infatti, sono azionati da polvere da sparo.

Per ogni 270 grammi di polvere nera usata, 132 grammi di biossido di carbonio vengono immessi nell’ambiente, soprattutto nell’aria, sotto forma di micropolveri sottili. Ecco, quindi, quanto costa anche in termini d’inquinamento il Capodanno.

Il Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Lecce -ha fatto sapere Andrea Guido- prevede già dal lontano 1964 che nessuno può, senza speciale autorizzazione, accendere polveri o liquidi infiammabili, o fuochi artificiali in qualsiasi modo in luoghi sia pubblici sia privati non adibiti allo scopo. La norma è stata ripresa anche dal nuovo Regolamento di Polizia (art.8) approvato qualche settimana fa e con il quale si definiscono sanzioni fino a 300,00 € per i contravventori”.

Aiutatemi a combattere questa usanza stupida e retrograda -conclude l’Assessore-fatelo per amore dei vostri figli. Per la sicurezza dei vostri bambini. Per il rispetto nei confronti dei vostri animali e per la salvaguardia della vostra salute”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*