Padalino: “Partita dura, l’ambiente caricherà anche noi”

“I risultati aiutano a giocare bene, conosciamo il valore dell'Andria e sappiamo che sarà una partita dura, dovremo essere bravi a gestire le pressioni”, ha detto in conferenza stampa il tecnico del Lecce Padalino.

 

di Tonio De Giorgi

LECCE – Il Lecce ha effettuato l’ultimo allenamento questa mattina al Via del mare. Al termine della seduta, poco dopo mezogiorno, l’allenatore giallorosso Padalino ha convocato 23 calciatori per la trasferta di Andria.

Il Lecce è chiamato a difendere il primo posto sul campo della Fidelis Andria, squadra tra le più in forma del momento con i suoi dieci risultati utili consecutivi.
“Sarà assolutamente una battaglia – afferma l’allenatore alla vigilia di Lecce-Fidelis Andria -, il nostro prossimo avversario è in forma e lo testimoniano i dieci risultati utili consecutivi. Matera e Juve Stabia ne sanno qualcosa della forza di questa squadra”. Di fronte ci saranno il secondo miglior attacco del girone, quello del Lecce, contro la seconda miglior difesa, quella dell’Andria. Per la batteria di attaccanti giallorossa una prova dura, ma stimolante, soprattutto per Caturano che gioca da ex e in questi panni, finora, ha sempre fatto gol. “La fase difensiva è interpretata da più giocatori – afferma -, si sacrificano tutti. Inoltre, davanti hanno giocatori giovani come Cianci, Fall e Cruz. E’ vero, segnano poco, ma sono pronti a pungere non appena trovano i varchi giusti che squadre come al nostra o la Juve Stabia, o ancora il Matera, sono costrette a concedere durante l’arco di una partita. Hanno un allenatore che conosce bene la categoria e ha vinto diversi campionati. La condizione mentale è fondamentale e gestire la pressione esterna spetta a noi che siamo i primi della classe”. Il tecnico giallorosso ha convocato 23 calciatori. Sulla probabile formazione c’è ancora qualche dubbio considerando anche che si tornerà in campo giovedì prossimo. “Ci confronteremo con lo staff medico e vedremo quali sono le condizioni di Gomis, Torromino e Doumbia – aggiunge – considerando anche il fatto che giovedì sarà di nuovo campionato”. L’ambiente sarà come sempre ostile. Al “Degli Ulivi” non ci saranno tifosi del Lecce dopo l’ordinanza della Prefettura della Bat.
“L’assenza dei nostri tifosi è una cosa che stona – osserva -, ma ci darà un motivo in più per regalare loro una soddisfazione, non li vogliamo deludere doppiamente. L’ambiente sarà caldo, ma caricherà anche noi”.