Dietro ai post diffamatori alla sindaca un attacco hacker: indagato un 41enne del posto

BRINDISI- Un gruppo social, “Brindisini la mia gente”, nato per riflettere sulle criticità e i pregi del paese ma improvvisamente trasformato in scenario di insulti e post diffamatori. Ad essere presa di mira era stata la prima cittadina di Brindisi Angela Carluccio che non ci ha pensato due volte e ha deciso di sporgere denuncia.

E’ stata proprio la mossa della sindaca a consentire la svolta: la Digos di Brindisi ha infatti scoperto che dietro alla rabbia esplosa su facebook si celava un vero e proprio attacco hacker al gruppo facebook locale e che stava per culminare – a dire degli stessi investigatori – in un tentativo di estorsione “web” con cavallo di ritorno.

A finire nel mirino delle indagini oggi è un brindisino di 41 anni che è ritenuto l’autore di un falso profilo sul social network, intestato a “Ermanno Mordini-Batacchio”, un fake, autore recidivo delle offese in questione. Secondo quanto appurato sempre dalla Digos di Brindisi, diretta dal Vicequestore aggiunto Antonio Bocelli, l’uomo aveva aderito al cosiddetto “Shitstorm”, letteramente “tempesta di letame”, una modalità di aggressione a mezzo informatico diretta a gruppi facebook dedicati alla valorizzazione locale su vari fronti.

Le prime indagini, condotte su delega della Procura, hanno portato al sequestro di materiale informatico. Il 41enne indagato è stato sottoposto a interrogatorio su delega del pm Francesco Carluccio: le accuse sono di accesso abusivo a sistema informatico, diffamazione aggravata e tentata estorsione. Le modalità di attacco della shitstorm si avvalgono di più profili fake che riescono a sottrarre le credenziali dell’amministratore di un gruppo fino a estrometterlo.
Altri fake vengono poi aggiunti in qualità di membri con lo scopo di creare scompiglio con provocazioni, affermazioni aggressive  e insulti gratuiti verso gli altri componenti, anche perfetti sconosciuti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*