Padalino: “sconfitta difficile da digerire”

"Dall'inizio della stagione abbiamo sbagliato un primo tempo. Questa sconfitta, più di altre, è difficile da digerire, ma siamo ancora primi in classifica". Queste alcune dichiarazioni di Padalino, allenatore del Lecce.

LECCE –Pesante sconfitta interna per il Lecce battuto 3-0 dal Matera. Per i giallorossi è il primo stop in campionato tra le mura amiche. Con questa sconfitta il Lecce viene raggiunto in vetta dalla Juve Stabia  vittoriosa sulla Virtus Francavilla. Inoltre, i campani devono recuperare la sfida proprio contro il Matera.

Nella formazione di partenza Padalino conferma Drudi, Arrigoni e Contessa. Si rivedono Torromino e Pacilli. Tsonev in panchina, il bulgaro aveva decimi di febbre, ma entrerà nel secondo tempo. Prima del fischio di inizio la Curva Nord espone uno striscione “Ciro e Michele” in ricordo dei due calciatori del Lecce scomparsi il 2 dicembre 1983 in un incidente stradale nei pressi di Mola di Bari. Capitan Lepore e  Sasà Caturano hanno posto sotto le  gigantografie dei due indimenticati giallorossi le maglie con i numeri indossati da Michele Lorusso e Ciro Pezzella (sul sito di TRnews c’è la foto). Prima del via un minuto di raccoglimento in memoria della squadra brasiliana che si è schiantata in un incidente aereo. Il Lecce sulla propria maglia ha anche il logo della società sudamericana.

Avvio intenso del Lecce che all’8′ sfiora il gol con Caturano servito da Pacilli. Al 15′ Torromino riceve sul filo del fuorigioco, ma calcia sul portiere da buona posizione. Al 18′  il Matera passa in vantaggio: Carretta scatta sulla destra e mette in mezzo dove c’è Negro che taglia in due la difesa giallorossa e fa gol, 0-1. L’attaccante, di origini salentine, non esulta. I giallorossi provano a reagire, ma in maniera confusa e precipitosa come al 31′ quando Caturano serve Torromino, ma il tiro di quest’ultimo è fuori misura. Al 42′ Il Matera raddoppia, meritatamente: la difesa giallorossa pasticcia, il pallone arriva ad Armellino che dalla distanza beffa Gomis con un pallonetto spettacolare. Al 44′ i giallorossi provano a reagire anche al raddoppio: cross di Pacilli, ma il colpo di testa  di Mancosu è centrale.

Ad inizio secondo tempo il tecnico del Lecce Padalino presenta Tsonev per Arrigoni. La partita non svolta per il Lecce. Al 13′ gli ospiti segnano il terzo gol con il barese Strambelli e per i giallorossi la partita si fa ancora più difficile. Al 23′ il Lecce reclama un calcio di rigore per l’atterramento di Caturano, ma per l’arbitro il portiere non tocca l’attaccante giallorosso. Nel finale Auteri inserisce Piccinni per Iannini e dispone la difesa a quattro. Al 90′ Louzada sfiora il poker colpendo il palo. Finisce 3-0 per il Matera che si porta a tre punti dalla coppia di testa Lecce-Juve Stabia. Martedì si torna in campo e i giallorossi saranno ospiti del Messina.